I monumenti storici del villaggio di Carona.

Immagini e curiosità del patrimonio artistico di Carona.
Un tetto nuovo per la loggia di Carona


 

Risanamento del tetto alla piemontese

La Loggia di Carona, è un edificio storico risalente al 1591-1592.

Oggi appartiene alla città di Lugano, mentre la gestione è affidata all’Associazione Galleria la Loggia di Carona.

Negli ultimi anni le infiltrazioni di acqua dal colmo del tetto, avevano compromesso lo stato di conservazione delle travi e l’umidità stava deteriorando anche le pareti della sala. Durante una recente mostra organizzata dall’Associazione anche un’opera d’arte aveva subito danni dovuti all’umidità.

Il Comune di Lugano ha quindi aperto un concorso per i rifacimento del tetto.

La ditta Giacomazzi e Ruffini, che si è aggiudicata l’appalto per i lavori, ha sviluppato il progetto di ristrutturazione sotto la supervisione dell’Ufficio Beni Culturali del Cantone.

A dicembre sono iniziati i lavori.

Come ci spiega l’architetto Danilo Soldini del Dicastero Servizi Urbani della città di Lugano, l’obiettivo è quello di mantenere al struttura portante del tetto e le capriate ancora in buono stato. La prima fase prevede lo smontaggio dei coppi; quelli originali, ancora in buono stato, verranno mantenuti anche per conservare la colorazione originale del tetto. Si stima che si possa recuperare circa un terzo dei coppi, mentre i due terzi sono completamente marci.

Verrà realizzato il sottotetto che precedentemente non c’era, la listonatura, la controlistonatura e il tetto alla piemontese.

Danilo Soldini ci conferma che il termine dei lavori è previsto intorno alla fine di gennaio. Il preventivo per la realizzazione della ristrutturazione è di circa 100'000.- franchi compresi ponteggi, opere da carpentiere, copritetto e lattoniere, con canali di gronda e i pluviali in rame.

 

Parte del piazzale della chiesa resterà quindi inagibile fino a fine gennaio, perché occupato dall’area di cantiere necessaria per lo smaltimento e lo stoccaggio del materiale di costruzione.

Sarà premura del cantiere cercare di lasciare libero più spazio possibile durante il periodo delle festività.

 

In primaverà inizieranno anche i lavori di restauro del tetto e delle facciate della Chiesa San Giorgio.

 

Durante il mese di marzo l’Associazione Galleria la Loggia riprenderà la sua attività con una mostra dedicata all’artista 


 

​© 2015 by buc,phi,ric