blog post

Teleriscaldamento, caro come il fuoco?


La moderna centrale di Teleriscaldamento di Carona sta girando a pieno regime, ma tra la popolazione c'è preoccupazione per i costi.

L'associazione XCarona venerdì 1 dicembre incontrerà i responsabili del settore energie termiche e rinnovabili delle AIL, per capire come gli abitanti di Carona possano orientarsi tra i consumi e la spesa da sostenere per scaldare casa.

A maggio 2017 è stata inaugurata la rete di teleriscaldamento di proprietà delle AIL, che fornisce calore a più di 50 abitazioni del nucleo di Carona. Anni fa la popolazione ha coraggiosamente scelto di abbandonare gli impianti tradizionali a gasolio, per investire in un progetto di energia alternativa. Oggi una centrale a cippato di legno fornisce calore alle abitazioni del villaggio, attraverso una rete di tubazioni disseminate tra le stradine del centro storico. La centrale scalda l'acqua a circa 80°C, che poi raggiunge le singole abitazioni, dove avviene lo scambio di calore con l'acqua dell'impianto domestico.

Le prime bollette però hanno colto di sorpresa gli utenti, che ora sono preoccupati per la scelta fatta. L'alternativa sembra infatti essere parecchio più onerosa, rispetto al vecchio sistema tradizionale.

Diversi utenti si sono rivolti all'Associazione portando le proprie esperienze e chiedendo di fare chiarezza. Siamo certi che l'incontro del 1 dicembre permetterà di dare risposte a tutti gli interrogativi emersi in questi primi mesi di attività.

Se avete domande, dubbi o segnalazioni potete contattarci via mail: associazionexcarona@gmail.com

#teleriscaldamento #ail #Carona #riscaldamento #energierinnovabili #associazionexcarona #energia #ambiente

in evidenza
post recenti
Cerca con tag
seguici
Non ci sono ancora tag.

​© 2015 by buc,phi,ric